Comune di Sassano

Il silenzio e le parole

Comune di Sassano
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici su Google Plus Seguici su Twitter Seguici sul nostro canale Youtube Seguici tramite Feed rss
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » Il silenzio e le parole
Il silenzio e le parole
Tipologia: notizia
Il
01-12-2015

Domenica 29 novembre 2015 alle 17:30 al Palazzo Picinni nel centro storico di Sassano è stata  inaugurata la mostra pittorica del maestro Salvatore Ceglia «Il silenzio e le parole». L'intento dell'artista è di «trasmettere attraverso la propria arte il ricordo di tutte quelle donne nel mondo che soffocano la violenza subita ingoiando lacrime di dolore». «L'evento è stato promosso con l'intento di lanciare un messaggio forte: il rispetto di tutte le differenze e contro ogni forma di discriminazione e sopruso», hanno dichiarato l'assessore alle Pari Opportunità Gaetana Esposito e l'assessore alle Politiche Giovanili Maria Russo. L'amministrazione comunale di Sassano, in occasione della ricorrenza della giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre, vuole ricordare e rinnovare «l'auspicio affinchè si possa tenere sempre vivo il ricordo di tutte quelle donne che ogni giorno, anche nell'assoluto silenzio, subiscono violenze di ogni genere».

La mostra è stata introdotta da un monologo, recitato dallo stesso Ceglia, sul testo di “Secondo me la donna” di Giorgio Gaber. La sala mostre di Palazzo Picinni si è poi presentata al pubblico in un allestimento toccante e originale. Le tele dell’artista, dai colori accesi e dall’intenso significato, incorniciate dalle poesie del professor Mario Senatore, presente al successivo tavolo dei lavori in compagnia del sindaco Tommaso Pellegrino e degli assessori Russo ed Esposito.

“Possiamo parlare di pari opportunità solo se la donna viene rispettata a 360°. – ha detto il primo cittadino nel corso del suo intervento di presentazione dell’esposizione – Dobbiamo condannare la violenza sulle donne e mettere in campo ogni forma di sensibilizzazione, soprattutto in quei territori in cui la figura femminile viene ancora troppo spesso sminuita“.

Protagonisti indiscussi della serata inaugurale i quadri di Ceglia, definito dal poeta Senatore “un provocatore, che fa parlare, urlare, sussurrare i colori nelle sue opere e ci fa fermare a riflettere“.

La cultura e l’arte, due armi forse considerate insolite, ma sicuramente efficaci contro un nemico che, anche nel caso della violenza di genere, si chiama discriminazione. Quel nemico che, sovente, è figlio della scarsa conoscenza. Efficace a questo proposito un’espressione donata al numeroso pubblico, eterogeneo, dal poeta Senatore:”L’intelligenza non ha sesso. O c’è o non c’è“.

-Servizio Onda News

Condividi questo contenuto

Eventi correlati

Data: 26-09-2015
Luogo: Sala Conferenze "Aldo Moro" - Palazzo Picinni - Sassano (SA)
Chi e perchè ha ucciso Aldo Moro
Il racconto della vicenda del Presidente DC rapito ed ucciso dalle Brigate Rosse attraverso dei documenti di Stato

Immagini correlate

Palazzo della cultura 5
Michele Placido "Serata D'onore"
Con la valigia 6
Enzo Garramone
- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Sassano è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it